Barbara Crescimanno

Barbara Crescimanno

Fondatrice e coordinatrice dal 2006 ad oggi del gruppo di ricerca antropologica ed etnocoreutica sulle danze e sui canti tradizionali TrizziRiDonna (all’interno del quale opera come ricercatrice, cantante, percussionista, danzatrice, docente);
co-fondatrice e coordinatrice dal 2009 della Scuola di Musica e Danza Popolare di Arci Tavola Tonda, all’interno della quale conduce i corsi di Danze tradizionali e coordina il percorso di formazione della Compagnia di Danze Artigiane del Progetto Artigiani Culturali; ha collaborato con il Laboratorio Aglaia e con la Cattedra di Etnomusicologia dell’Università di Palermo.

1996/oggi: il corpo e la voce

Studia tecniche vocali con l’insegnante Francesca Martino. Nel suo percorso di formazione vocale ha incontrato anche Miriam Palma (improvvisazione), Liliana Tedesco (tecnica vocale), Maud Robart, Luca Mingarelli (canto, corpo-voce ed azione teatrale. Ricerca sui canti della tradizione mediterranea ed afro-caraibica, 1997-2004), Ewa Benesz.
Studia le tecniche di preparazione per l'attore (corpo-voce-narrazione) con Marco Martinelli (Ravenna Teatro, 1998), con Jairo Cuesta e Jim Slowiak (The New World Performance Lab, Cleveland, Ohio, 1996-1998), con Cesar Brie (Teatro de los Andes, 1998), con Franco Lorenzoni (Narrazione e pedagogia narrativa. Casa Laboratorio di Cenci 1996-1998).
Dal 1999 al 2015 segue gli incontri di formazione sul Parateatro condotti in Sicilia, Sardegna e Polonia da Ewa Benesz (TeatrLaboratorium). Dal 2001 ad oggi lavora sotto la sua guida ad un progetto sul tema della Genesi, ricercando su testi cosmogonici di differenti origini, e su una ricerca sulle Pratiche Vocali di varia tradizione culturale.
Dal 2000 al 2006 organizza e conduce laboratori sullo studio e la trasmissione orale di canti tradizionali di origine europea, africana, amerindiana (Canti di Terra e d’Arie, Catania, 2000/01; CSOA Ex Carcere, PA, 2004; Libera Scuola Waldorf, PA, 2004/05; Accademia di Medicina Omeosinergetica, PA, 2006).
Ha collaborato per la parte musico-vocale al Laboratorio Teatrale per attori dell’Officina Universitaria di Teatro diretta da Carlos Riboty (2003/2005).
Ha fatto parte del coro Eventuale Ba (insieme ad Esha Tisafy, Valeria Stassi e Karen Trompeuse, canti popolari siciliani, malgasci, mauriziani, 1998-2001)

2000/oggi: la danza

Segue i laboratori di danze europee tenuti a Palermo da Nelly Quette, sulla danza Contact Improvisation con Jonatan Surrenti, e Bruno Caverna, e sulla danza contemporanea con Soléne Fiumani. Comincia una ricerca sulle danze popolari mediterranee e del sud Italia organizzando e partecipando a vari incontri di formazione:
 
DANZE dall’EST EUROPA: con Heléne Eriksen (danze Rom); con il gruppo Transkapela e con Jacek Halas (danze polacche e dell’est europeo);
DANZE dal NORD EUROPA: al festival di musica di Ennis, County Clare, Irlanda (set irlandesi); con Cristina Zecchinelli (ArciBellezza, Milano, danze francesi) e con il duo Corbefin-Marsac (Guascogna);
DANZE DEL SUD e del NORD ITALIA con Irene Piccolo, Gaetano Chirico (pizzica salentina); Valentina Ferraiuolo, Maria Grazia Altieri, Raffaella Tirelli (tammurriata campana); Tonino e Angelina Bocella (tarantella montemaranese); Nando Brusco, Agata Scopelliti (tarantella calabrese); Michele Cavenago e Romana Barbui de Lo Stivale che Balla (danze occitane della Val Varaita).
DANZE SICILIANE (ballettu e contraddanza) con Grazia Magazzù, Pino Biondo, Bartolo Cuccì, Margherita Badalà.
Dal 2005 conduce laboratori sulle danze tradizionali italiane ed europee a Palermo (Libera Scuola Waldorf, Laboratorio Zeta, Asilo Multietnico Ubuntu, Circolo Arci Malausséne, D.D. De Gasperi, D.D. Peppino Impastato) e fuori Sicilia (Tabor Festival, Szczebrzeszyn – Lublino, Polonia; La Liviniére – Francia; S. Bartolomeo al mare – Genova; Festival dell’Oralità popolare – Torino; Folkaos – Milano; Zentrum für Tanz und Bewegung, Bochum – Germania; School of Music Lexington, University of Kentucky USA).


2005/oggi: le percussioni

Nel 2005 inizia lo studio del tamburello e della tammorra con il maestro percussionista Massimo La Guardia. Negli anni seguenti partecipa a laboratori di percussione guidati da Fabio Tricomi (tamburello siciliano), Arnaldo Vacca (modern style) e Layne Redmond (riqq e bendir).
Dal 2005 al 2008 fa parte della banda di percussioni Millenaria Tammura, con Massimo La Guardia.
Dal 2011 ad oggi suona come percussionista con la formazione LassatilAbballari.

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

Newsletter